Contributo integrativo ASpI

28/01/2014

 

Un motivo in più per aderire all'EBLART, infatti il 23 gennaio 2014 è stata sottoscritta la convenzione tra la Direzione Regionale INPS e l’EBLART “per l’erogazione della tutela di sostegno al reddito di cui all’articolo 3, comma 17, legge 28 giugno 2012, n. 92” (la cosiddetta Legge “Fornero”).

Grazie alla nuova convenzione, le imprese artigiane del Lazio aderenti all’EBLART, possono presentare domanda all’INPS per usufruire dell’indennità ASpI in favore dei dipendenti sospesi a causa di crisi aziendale o occupazionale.

L’EBLART interverrà validando presso l’INPS le pratiche regolari ed erogando un contributo integrativo pari al 20% dell'indennità stessa. EBLART ed INPS effettueranno in forma disgiunta il pagamento delle rispettive quote della indennità.

 

La prestazione potrà essere concessa nel limite massimo di 90 giornate per ciascun lavoratore, da computarsi nel biennio mobile. Il biennio mobile viene calcolato per ciascun lavoratore a partire dalla prima giornata effettiva di inizio della sospensione, e per la quale l’azienda/Ente bilaterale ha presentato rendicontazione all’INPS. Per calcolare il biennio mobile bisogna considerare le 104 settimane immediatamente precedenti la data di inizio dell’effettiva sospensione.

Come chiarito dall’INPS (Messaggio n. 16857 del 21/10/2013) il pagamento potrà essere effettuato anche nei confronti di lavoratori dipendenti da aziende che abbiano già usufruito, nell’anno in corso, di periodi di CIG in deroga.

Procedura di sospensione

Per attivare la procedura l'impresa deve innanzitutto stipulare in sede territoriale un accordo aziendale che stabilisca le condizioni e le modalità di sospensione dell’attività lavorativa.

L’accordo deve essere sottoscritto dall’azienda e da almeno una delle Organizzazioni sindacali costituenti l’EBLART (Cgil, Cisl, Uil), nonché dai lavoratori per i quali è prevista la sospensione, prima dell’inizio del periodo di sospensione e dovrà essere trasmesso all’EBLART entro 20 giorni dall’inizio della sospensione stessa.

Insieme all’accordo, l’azienda dovrà inviare all’EBLART, la richiesta di intervento per la sospensione dell’attività lavorativa, contenente la dichiarazione di avvenuta trasmissione all’INPS per via telematica della domanda di sospensione, riportando il numero di protocollo INPS e la data di presentazione.

L’EBLART corrisponderà agli aventi diritto la quota a proprio carico (20% dell’indennità) entro 90 giorni dal ricevimento, da parte delle aziende, della rendicontazione mensile delle riprese lavorative effettuate dai lavoratori nel periodo di sospensione. La quota sarà corrisposta, tramite bonifico bancario, direttamente ai lavoratori interessati.

Richiesta della prestazione

Il datore di lavoro deve trasmettere all’INPS, esclusivamente per via telematica, la dichiarazione di sospensione attività e l’elenco dei lavoratori sospesi, indicati nell’accordo sindacale.

L’EBLART, in virtù della convenzione sottoscritta con l'INPS, potrà, previa esplicito consenso, inviare alle sedi INPS le domande protocollate dei propri assistiti per l'istruttoria, oppure rifiutarne l'assistenza.

Entro 7 giorni dalla data di primo accoglimento l’Ente Bilaterale potrà disconoscere le pratiche di sua competenza inducendone la decadenza. L’Ente Bilaterale o le aziende dovranno inviare mensilmente la rendicontazione degli eventuali giorni di "sospensione della prestazione" per i lavoratori sospesi mediante l'apposita funzionalità "Rendicontazioni Mensili Presenze".

L’Ente Bilaterale dovrà dichiarare per ogni lavoratore i versamenti effettuati ai loro assistiti.

Adesione all'Eblart

Le imprese che non avendo prima aderito alla bilateralità intendono aderirvi ora, sono tenute a effettuare i versamenti con decorrenza 1° luglio 2010, tramite modello F24, evidenziando lo specifico codice tributo assegnato dall'Agenzia delle Entrate. Si ritiene, quindi, che le aziende che ancora non avessero provveduto a versare tali quote, possono eseguire ora il versamento degli importi dovuti dall’1° luglio 2010, esponendo sul modello F24 tali importi suddivisi per "mese di competenza".


In evidenza

  • Via dei Verdoni, 28 | Tel. 06.2382725 / 06.2389062 | Fax 06.2677637
    Via di Torre Spaccata, 224 | Tel. 06.260001 Fax 06.2677448
  • Partita IVA 01699011001 | C.F. 07150150584 | REA 598883